Scopri il gusto del prosciutto spagnolo

Il prosciutto spagnolo è uno dei prodotti che conquista tutti coloro che lo assaggiano, con molta probabilità si è portati a pensare che non vi sia molta differenza con i prosciutti di casa nostra, ma non è così.

Infatti i prosciutti hanno un sapore diverso ed avvolgono il palato ed i sensi in modo differente. Tuttavia è difficile stilare una classifica dei più buoni prosciutti al mondo e non è questo il nostro intento, poiché nelle preferenze rientrano perlopiù fattori soggettivi, ma comunque vogliamo illustrarvi le caratteristiche che caratterizzano il prosciutto spagnolo.

Il suo gusto varia a seconda delle procedure ma ha un carattere forte ed intenso come tutti i prodotti della cucina spagnola.

Il prosciutto spagnolo si ottiene dalla zampa posteriore del maiale che è salato a crudo e poi è messo a stagionare per diversi mesi, o talvolta anni a seconda del prodotto finale che si desidera ottenere.

Le zampe anteriori che sono notoriamente più piccole vengono invece utilizzate per creare la spalla, una variante del prosciutto che ha peculiarità diverse.

I maiali utilizzati per confezionare il prosciutto spagnolo sono i maiali bianchi o maiali iberici, il suino bianco è quello che noi utilizziamo per produrre i nostri prosciutti S.Daniele e prosciutto di Parma.

Esistono tante diverse tipologie di prosciutto spagnolo che può essere classificato in base al regime alimentare dei maiali ossia al tipo di alimentazione che seguono.

Abbiamo il prosciutto iberico di bellota che è prodotto da maiale di razza iberica, che sono nutriti solo  con ghiande e erba.

Poi  il prosciutto iberico di recebo che è invece alimentato con ghiande, erba e mangimi.

Il prosciutto iberico di campo invece il maiale sempre di razza iberica è alimentato con erba e mangimi nei campi ed è in un regime estensivo.

Il prosciutto iberico invece si ottiene da maiali iberici, ma alle volte incrociati e che sono allevati con mangimi in aziende agricole.

Infine il prosciutto Serrano deriva da maiali bianchi, alimentati con mangimi in aziende agricole, e che vengono sottoposti ad una stagionatura di 14 mesi.

Una ricca carrellata di tipi di prosciutto spagnolo devi solo scegliere da quale cominciare l’assaggio e poi decidere il tuo preferito!

Rispondi