Il linguaggio dei trader: l’importanza del glossario di FXGM

Glossario forex FXGM

 

 

 

 

 

 

“Le candlestick hanno disegnato chiaramente un testa e spalle invertito. Se le quotazioni superano la neckline entro subito nel mercato in posizione lunga e la tengo sino a che il prezzo non tocca la prossima resistenza”.

Chi si è avventurato per la prima volta in alcuni blog finanziari potrebbe essersi imbattuto in dichiarazioni tipo questa e, come tutti i neofiti, averci capito molto poco. Anche se per iniziare la propria attività di trading non è necessario parlare fluentemente il linguaggio dei trader, resta comunque utile capire fino in fondo quelle che sono le informazioni, i consigli e le notizie che giungono dal mondo finanziario in questa strana lingua parlata da trader e analisti.

Come in tutti i linguaggi all’inizio l’apprendimento risulta difficile e può essere frustrante leggere articoli di cui a fatica si capisce a grandi linee il significato. In questo caso, però, basta un pizzico di perseveranza per ottenere i risultati sperati. Quindi non bisogna dare importanza al fatto di non riuscire a ricordare il significato di tutti i termini o se vi risulterà difficile metabolizzare questo tipo di linguaggio. L’esercizio periodico maturerà presto i suoi frutti. Allo stesso modo è sconsigliato l’eccesso di zelo e la ricerca di capire ed imparare tutti termini prima di affrontare nella pratica l’utilizzo del linguaggio dei trader. Abbinare pratica e apprendimento del significato è sicuramente la cosa migliore da fare per diventare rapidamente dei veri esperti nel tradurre informazioni finanziari in concetti e idee comprensibili e, perché no, utili per qualche acquisto o vendita nel mercato.

Molti termini del linguaggio dei trader sono in inglese. Se non siete fluenti nel parlare la lingua della regina Elisabetta non disperatevi. Con il tempo il significato letterale delle parole inglesi ha perso di importanza. Il termine utilizzato nel trading assume un significato proprio e non sempre facilmente riconducibile al significato primario della parola. Alle volte i termini sono stati tradotti in italiano, altre volte si utilizza la parola inglese. Altre volte ancora la parola inglese viene italianizzata e, nel parlato, spesso i verbi assumono le coniugazioni della nostra lingua. Si pensi ad esempio a bull market o bear market. Tradotti letteralmente si direbbe mercato toro e mercato orso. Ma nel trading questo ha poco a che fare con i due animali. Con il termine bull market si indica un mercato al rialzo, mentre bear ne indica uno al ribasso.

Il glossario: uno strumento fondamentale per entrare nel mondo del trading

Un utile strumento per districarsi nella comprensione del linguaggio dei trader è il glossario. Un elenco di tutte le parole e i modi di dire tipici del trader seguiti da una chiara spiegazione del loro significato. Quindi ogni volta che ci si trova davanti ad un’espressione nuova basterà scorrere le parole del glossario per avere una rapida spiegazione del significato del termine. Non solo. Questo esercizio di ricorrere al glossario quando si incontra una parola sconosciuta durante l’attività di trading aiuterà a calare il termine appena imparato in un contesto pratico e sarà tutto più facile da ricordare. Dopotutto, nessuno ha imparato ad andare in bicicletta leggendo prima su un libro come si fa a pedalare sulle due ruote.

Da dove nasce il linguaggio dei trader

Quando si opera con strumenti finanziari quali il CFD la fase di acquisto e vendita è la più immediata da capire. Se investo su un rialzo guadagno quando il prezzo sale, viceversa guadagno se il prezzo scende. Nel momento in cui ci si approfondisce l’utilizzo dei CFD, così come di tutti gli altri strumenti finanziari, diventa necessario capire in profondità il funzionamento dello strumento e della piattaforma professionale che si sta utilizzando. Emergono così caratteristiche tecniche di funzionamento che richiedono una terminologia altrettanto tecnica per una spiegazione efficace. Si pensi ad esempio a tutte le modalità di ordine con cui la piattaforma può passare il vostro ordine di acquisto o vendita al mercato. Stop Loss, Take Profit, Limit Order sono tutte tecniche che imparerete ad utilizzare presto e che vi saranno molto utili nella vostra attività di trading. Avere il supporto di un glossario quando si compiono le prime operazioni di trading in CFD è una davvero un aiuto importante.

La piattaforma di trading offre all’utente l’accesso ad un mondo di cui prima poteva aver soltanto sentito parlare. Gli strumenti finanziari che si scambiano grazie alla piattaforma di trading appartengono al mondo della finanza e spesso basano la loro valorizzazione su grandezze finanziarie ed economiche quali, ad esempio, i tassi di cambio o i prezzi delle materie prime. Non si faticherà a capire molto presto che ciascun mercato finanziario ha particolarità di funzionamento proprie soltanto di quel mercato. Ovviamente per indicare quelle peculiarità in maniera rapida e precisa i trader hanno sviluppato, manco a dirlo, un vero e proprio gergo specifico per ciascun mercato finanziario. Se possiamo definire linguaggio dei trader l’insieme dei termini tecnici utilizzati da trader professionali, allo stesso modo potremo dire che all’interno di questo linguaggio esistono dei dialetti specifici per ogni mercato finanziario considerato. Quando si acquisirà dimestichezza con il linguaggio dei trader si sarà subito in grado di identificare il mercato su cui ciascun trader si è formato o su cui sta facendo trading semplicemente ascoltando ciò che dice o leggendo ciò che scrive.

Gran parte del linguaggio dei trader deriva da una disciplina molto utilizzata ormai da decenni dai professionisti del trading: l’analisi tecnica. L’analisi tecnica consiste nel prevedere il comportamento dei prezzi di un’attività finanziaria analizzando la serie storica dei prezzi per identificare tendenze e regolarità nell’evoluzione dei prezzi che permettano di fare delle previsioni corrette. La disciplina è nata negli Stati Uniti e per questo anche qui i termini sono spesso mutuati dall’inglese. Il principale strumento di cui si avvale l’analisi tecnica è il grafico dei prezzi. A mano a mano che si scopre la disciplina si imparano a leggere grafici via via più complessi e a commentarli propriamente utilizzando il linguaggio dei trader. In un glossario sul trading che si rispetti non possono quindi mancare i riferimenti agli strumenti dell’analisi tecnica.

I servizi di FXGM. Il glossario e molto altro ancora

FXGM conosce bene l’importanza di capire approfonditamente le notizie e le indicazioni che provengono da siti di informazione o da colloqui con altri trader. Ecco perché ha pensato di dotare il suo sito web di un ricco glossario che, in ordine alfabetico, spiega i vocaboli, gli acronimi e i modi di dire più utilizzati nel gergo del trading. Il glossario comprende tutti i termini tecnici utilizzati all’interno della piattaforma FXGM ed è continuamente aggiornato dai responsabili del sistema.

Il glossario si trova all’interno della sezione “Scuola” nella quale è possibile entrare cliccando sulla barra del menù posta nella parte alta della schermata. La sezione è costruita apposta per fungere da tutor ai trader inesperti, ma anche per dare supporto ai trader con maggiore esperienza nel caso in cui fosse necessario fare maggiore chiarezza su alcuni concetti. La serietà del broker FXGM risalta anche da questi piccoli dettagli. Un broker esperto come FXGM sa che il successo dei trader passa attraverso la formazione degli utenti ed il trasferimento di know-how proprio del settore del trading.

I servizi offerti da FXGM per il trading sono tra i più avanzati del panorama internazionale. La piattaforma facile ed intuitiva è ricca di strumenti utili tanto al trader professionista, quanto al neofita che per la prima volta si confronta con questo mercato. La chiarezza di FXGM sulle modalità di accesso al servizio, sulla documentazione disponibile all’utente fin da prima dell’iscrizione sono impagabili in termini di sicurezza e affidabilità del broker FXGM. Il servizio è poi impreziosito dalla possibilità di utilizzare due delle più rinomate piattaforme di trading professionali al mondo, MetaTrader e PROfit. Il successo che FXGM ha riscontrato tra il pubblico gli ha permesso di allargare l’offerta di strumenti finanziari e mercati su cui fare trading: oltre al Forex, capostipite dei mercati, si può fare trading su Azioni, Materie Prime e Indici Azionari.

Rispondi