Fossa biologica e fossa Imhoff

Spesso si cade in confusione quando sono a confronto due manufatti come la fossa biologica e la fossa Imhoff e per chiarire i punti fondamentali, ecco una serie di indicazioni che aiuteranno a determinarne le differenze e i possibili impieghi.

Entrambi i manufatti sono realizzati in cemento e nel caso dei più recenti modelli anche in polietilene. Prenderemo comunque in esame le fosse realizzate in cemento che sono più facilmente reperibili sul mercato.

Un dato univoco per entrambe le fosse è quello che devono avere capacità adeguata al numero di persone che ne faranno uso, o meglio che convoglieranno gli scarichi delle proprie abitazioni nel loro interno.

Fosse Imhoff

fossa imhoff

Stabilita la capienza, il dato successivo è quello della sua collocazione. Le fosse Imhoff sono impiegate in quei luoghi dove non esistono fognature comunali e pubbliche, come l’aperta campagna ad esempio o piccoli centri abitati defilati e lontani dalla città.

Con l’uso delle fosse Imhoff, i liquami dopo il loro trattamento, potranno essere rilasciati nei terreni circostanti, attraverso una canalizzazione a filo terreno, completamente forata che farà fuoriuscire i liquidi depurati. Questo tipo di procedimento viene definito di “subirigazione” ed è autorizzata a termini di legge, previa presentazione di una richiesta al proprio Comune di residenza. Questo tipo di procedura dovrà essere affidata ad un tecnico che redigerà una relazione tecnica e disegni relativi. Inoltre è richiesto il parere di un geologo che dovrà determinare la natura del terreno atto ad accogliere i liquami depurati.

Fosse Biologiche

Nei centri urbani, lì dove sono presenti le fognature comunali, si usano le fosse biologiche standard. Il loro utilizzo nasce dall’esigenza di non intasare la rete fognaria, quando ci si trova in località assolutamente pianeggianti e senza particolari pendenze. Le fosse in questione provvedono a trattenere materiali schiumosi e semisolidi così da non compromettere il buon funzionamento della rete fognaria.

Manutenzione

Sia le fosse Imhoff sia quelle biologiche necessitano di essere svuotate e pulite almeno una volta l’anno, da personale specializzato nello spurgo pozzi  in possesso di idonea attrezzatura.

Costi

Il prezzo medio per l’acquisto di una fossa biologica standard oscilla tra i 250,00 euro e i 500,00 euro. Questo è il costo della vasca, e non includono i costi della posa e delle spese relative allo svuotamento da realizzarsi a cadenza annuale tramite ditta specializzata.
Ci si può rivolgere a rivenditori della propria zona o anche acquistare tramite internet nei siti specializzati alla vendita di materiale edile.

Rispondi