Cosa sono i cfd forex

I CFD Forex
CFD è un acronimo per indicare i Contratti per Differenza nel settore del Forex. Va spiegato cosa siano i contratti per differenza prima di approfondire l’argomento.
Come ormai noto, il Forex è il mercato finanziario che opera con le valute e che è, quindi, il principale mercato mondiale per valore scambiato, perché quotidianamente sono centinaia di migliaia le persone che si muovono nei Forex e che scambiano valuta.
Il CFD viene stipulato tra un operatore e un broker e prevede che al termine della seduta le due parti si scambino la differenza tra valore di apertura (iniziale) e quello di chiusura (finale) di una determinata valuta. Con questo strumento, quindi, l’operatore nei fatti non compra e non rilascia niente, ma è un contratto il cui valore risente continuamente dei cambiamenti del mercato.

Come funzionano
cfd forexOvviamente alla base dei CFD c’è un accordo di massima su un margine definito di base che l’operatore deve assicurarsi versando un deposito al suo broker e, grazie a questo, nel momento dell’apertura degli scambi l’operatore non deve versare materialmente altro denaro ma il broker può agire sul mercato con una leva 1:100, ossia può negoziare per il suo operatore fino a 100 volte il valore del deposito iniziale: con un deposito iniziale di 100 euro, grazie alla leve si può arrivare a guadagnarne 10mila.
Il conto dell’operatore, quando si opera secondo CFD, dev’essere sempre carico, ossia deve esserci sempre un fondo di garanzia adeguato per coprire le eventuali perdite dovute da un cambio che improvvisamente si fa sfavorevole nonostante le premesse iniziali fossero buone: non è una fattispecie rara nel mondo dei forex e bisogna, quindi, prestarvi particolare attenzione anche perché, come è naturale sia, nel forex le valute sono quotate in coppia e, mentre se ne acquista una, si compra l’altra, per cui se si ha l’aumento di una valuta si ha necessariamente il crollo dell’altra e bisogna fare attenzione a ogni minimo movimento in tal senso.
Può essere uno strumento molto redditizio ma, se non se ne conoscono i meccanismi in modo approfondito, si possono ottenere importanti perdite in breve tempo anche perché con i CFD sui forex la posizione sul mercato è sempre aperta e il flusso continuativo.
Più si amplia la leva, più si può guadagnare ma lo stesso discorso vale anche in senso opposto, per cui si tratta di uno degli strumenti forex più a rischio e meno adeguati a chi si sta avvicinando per la prima volta al mondo del forex. I CFD fanno infatti parte dei cosiddetti derivati, ossia quegli strumenti che se da una parte possono potenzialmente regalare enormi ricavi, dall’altra possono portare a enormi perdite in uno stretto lasso di tempo.

I vantaggi
Tra i vantaggi di operare con i CFD in Forex c’è senza dubbio l’ampio margine di guadagno in caso di una seduta positiva, perché con soli 500 euro di deposito iniziale, grazie alla leva si può arrivare a ottenere un contro valore di 50.000 euro.
Questo guadagno viene senza dubbio massimizzato se si pensa che l’investimento iniziale è minimo e non va a coprire l’intero movimento finanziario di una seduta e permette di esporsi in entrambe le posizioni, in short e in long.
Operare in long significa agire nel mercato degli acquisti mentre in short in quello delle vendite, avendo quindi la possibilità di guadagnare anche quando il sottostante del contratto tende a una diminuzione del prezzo.

Rispondi