Come aprirsi una start up in modo veloce e agevole

Start up

È definita start up un’impresa di nuova costituzione che quindi deve prevedere dei processi di ottimizzazione per rendere da subito redditizia la produzione. Per la creazione di una nuova impresa si devono prendere per prima cosa in considerazione i costi relativi alla costituzione e a tutti gli investimenti per le strutture, per gli stipendi, per eventuali cauzioni in caso di affitto, per sostenere le spese di materiali di consumo oltre all’indicazione del capitale. Alla creazione di una start up è possibile anche effettuare un’offerta pubblica di vendita, immettendo quindi sul mercato delle azioni per riuscire a reperire più velocemente i capitali per iniziare la produzione.

Come creare una start up

Come aprire una start up agevolmente? Per aprire una start up è essenziale eseguire delle analisi preventive in modo che si possano identificare quali siano gli obiettivi da raggiungere e in quanto tempo e quali siano le caratteristiche del mercato in modo da operare nella giusta direzione. È importante anche valutare i risultati di eventuali concorrenti in modo da verificare l’effettiva fattibilità del progetto. Le strategie e le risorse necessarie per attuare la fondazione della società sono essenziali, in modo da poter valutare anche i rischi legati all’attività. Le informazioni raccolte devono poi essere inserite in un business plan, un apposito documento che serve a sintetizzare le caratteristiche del progetto e serve per pianificare e gestire l’azienda, ma anche per la ricerca di finanziatori oppure di investitori. Inoltre potrebbe essere utile svolgere delle ricerche sul territorio in modo da capire le abitudini locali, in caso l’azienda sia territoriale, oppure si potrebbe attingere a risorse che forniscono dati sulle preferenze dei consumatori, in caso si avvii un’impresa più ampia.

start up

Consigli per aprire una start up

La cosa principale per l’apertura di una start up è sicuramente quella di coltivare l’idea, quindi può essere molto utile cercare un confronto e una socializzazione in gruppi specifici, in modo da valutare le idee e trovare eventuali soci che vogliano avviare l’impresa. Esistono anche dei progetti di sviluppo ai quali si può partecipare per la creazione di imprese innovative. La registrazione di una società può essere fatta online tramite un’autocertificazione alla Camera di Commercio e trattandosi di start up non sono nemmeno necessari diritti di bollo, di segreterie e di iscrizione. È possibile anche la creazione di S.r.l. semplificate per chi abbia meno di 35 anni con costi sotto i 1000 euro e un capitale iniziale di massimo 10000 euro. In questo modo è possibile creare un’impresa senza correre troppi rischi. Prima di aprire l’azienda è essenziale decidere il capitale, perché deve essere versato prima della costituzione e in percentuale del 100% se è impresa individuale, di almeno il 25% in caso di socio. Con le nuove norme è possibile fare contratti flessibili per i dipendenti in caso di start up, inoltre esiste anche la possibilità di rendere partecipi i dipendenti al capitale della società. Infatti è possibile fornire delle stock option come parte della retribuzione. Per semplificare l’apertura e ottenere supporto è possibile affidarsi agli incubatori di impresa che aiutano nella fasi di apertura dell’azienda. Investimenti per ottenere una start up di successo devono essere rivolti anche alla comunicazione, alla pubblicità e al test dei prodotti con dei gruppi campione che possano valutarli.

Rispondi